Storia Convento San Lorenzo martire - Caramanico Terme




Il convento fu fondato nel 1590 su un sito donato dalla comunità civile con una preesistente edicola dedicata a san Lorenzo martire. Vi si celebra-rono i capitoli provinciali del 1627, 1632, 1796, 1821.
Soppresso nel 1866, fu riacquistato dai cappuccini il 14 marzo del 1901. Attraverso lunghe e incresciose vicende giudiziarie solo in anni recenti (1976-80) è tornato nella piena proprietà dei frati.
I lavori di restauro e di assai discutibile trasformazione della chiesa (facciata e interno) e del convento furono eseguiti negli anni 1959-60. Nel 1985-86 è stato ripristinato il tipico chiostrino conventuale.
Da alcuni anni il convento si è qualificato come “Casa di accoglienza” per gruppi giovanili, famiglie, comunità parrocchiali, ecc. che cercano un ambiente favorevole alle esigenze dello spirito, nonché per sacerdoti e religiosi che soggiornano in Caramanico per cure termali.
Dell'antica chiesa cappuccina rimangono il tabernacolo ligneo – realizzato in Chieti nel 1728 – al presente ricollocato nel presbiterio su recente piedistallo, un pregevole paliotto in cuoio e la grande pala dell'altare maggiore (del pittore Silvestro Buono, 1598) sistemata sulla parete destra della navata. Con i detti restauri sono scomparsi dalle cappelle laterali gli altari in legno trasportativi intorno al 1740 da Sulmona.

Convento San Lorenzo martire
tel. – fax 085 922141
casa di accoglienza: 085 9290119
email: caramanico@fraticappuccini.it
65023 CARAMANICO TERME (PE)

Cookie Policy