Novità - Nomine ed elezioni


Il frate cappuccino Candido Gallo, originario di Altavilla Silentina, sarà ricordato ed eternizzato con una cerimonia a lui dedicata, sabato 23 aprile alle ore 18.30, presso la Cappella Maria Salute degli Infermi, dell’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, dove accanto alla porta d’ingresso verrà scoperto un busto di bronzo, dell’altezza di 40 centimetri, che raffigura l’amato frate. Il busto è stato realizzato dal medico scultore Pier Francesco Mastroberti.

La statua per frate Candido Gallo

Frate Candido Gallo ha sacrificato la sua vita per i malati, infatti scelse di vivere all’interno del nosocomio salernitano per compenetrarsi con il dolore e la sofferenza dei pazienti, per lenire le loro pene, per accudirli, sollevarli e confortarli attraverso l’amore e la compassione di Dio. Una vita chiusa tra le mura di un ospedale, ma aperta alla dedizione degli altri, tra la sofferenza degli altri, che spesso si trasformava in gioia e speranza, grazie alla sua presenza.

Fra Candido è scomparso nel 2022 all’età di 94 anni. Amava la scrittura ed è stato autore di un’importante opera sull’ospedale di Salerno e di alcuni volumi di storia locale. Durante l’evento di sabato 23 aprile sarà presentato anche il libro della giornalista Patrizia De Mascellis, Come ama Dio – Fra Candido, uno straordinario padre spirituale, con prefazione dell’Arcivescovo di Salerno, Andrea Bellandi e del direttore del Ruggi Vincenzo D’Amato.

(fonte: https://salerno.occhionotizie.it/ruggi-di-salerno-una-statua-per-frate-candido-gallo-di-altavilla/)