Massmedia - Rassegna stampa sui Cappuccini

ViterboOggi, 30 aprile 2011

Il vescovo ha inaugurato il Riaperto dopo circa tre anni di ristrutturazione

Dopo circa tre anni di ristrutturazione ha riaperto le proprie porte, questo pomeriggio, il convento S.Paolo dei Cappuccini a Viterbo. Alla presenza di molti cittadini viterbesi, del vice sindaco Contardo e del Padre Provinciale dei cappuccini F. Carmine Antonio De Fillippis, il vescovo Mons. Lino Fumagalli, con il taglio del nastro, ha inaugurato il convento e successivamente ha impartito la benedizione.

 

“Grazie per il servizio prezioso – ha sottolineato il vescovo – in particolare per la preghiera e per l’opera che voi frati svolgete nella nostra diocesi, il Signore vi guidi e vi illumini nel vostro cammino”. L’area coinvolta, infatti, per la rifunzionalizzazione del convento, ha riguardato una superficie di circa 5000 mq e il tutto ha portato alla suddivisione di quest’ultimo in tre parti: la prima quella conventuale pienamente ristrutturata dagli infissi ai riscaldamenti, dalle stanze al refettorio, dal chiostro alla cappella con vetrate artistiche che ripercorrono la vita e le opere di San Crispino.

La seconda parte è la realizzazione della “Casa per le ferie di San Paolo” che dislocata su due piani, prevede circa una ventina di stanze indipendenti con cucine e bagni interni. Tutto questo aperto agli studenti, ai pellegrini, all’intera comunità viterbese e non. Interessante, inoltre, è la terza area quella adibita alla scuola di filosofia già esistente presso l’Istituto Teologico san Pietro, ma che sarà trasferita in questo complesso. Qui infatti, si trovano aule per le lezioni e per i professori predisposte già con le più avanzate tecnologie informatiche.

Un’interessante progetto ancora in fase di ultimazione, riguarda la zona della biblioteca che avrà oltre ad un’ampia sala lettura illuminata da vetrate, un archivio di circa 100.000 libri da consultare.