Novità - Eventi di rilievo

24-26 novembre: La XXVI Conferenza internazionale del Pontificio Consiglio per gli Operatori Sanitari si apre questa mattina nell’Aula del Sinodo in Vaticano, al termine della celebrazione della Santa Messa nella Basilica di San Pietro.

Incentrato sul tema “La pastorale sanitaria a servizio della vita, alla luce del magistero del Beato Giovanni Paolo II”, l’incontro di questi giorni si pone in continuità con la Conferenza del 2010, che aveva voluto approfondire l’insegnamento della Caritas in Veritate in ordine ad una cura della salute equa ed umana; nell’intento, dunque, di riprendere il magistero pontificio, l’attuale Conferenza si sofferma su una riflessione di Benedetto XVI tratta da un’altra sua Enciclica, la Spe salvi: «La misura dell'umanità si determina essenzialmente nel rapporto con la sofferenza e col sofferente». Con tale pensiero il Santo Padre ripropone l’insegnamento del suo predecessore, reso ancor più pregnante dai lunghi anni di malattia di Papa Wojtyła.

Dopo l’ intervento di apertura dell’arcivescovo Zygmunt Zimowski, presidente del Dicastero organizzatore, la Conferenza dedicherà al Beato Giovanni Paolo II un solenne atto celebrativo, con le relazioni dei cardinali Fiorenzo Angelini, presidente emerito del Pontificio Consiglio e Stanisław Dziwisz, Arcivescovo di Cracovia. Seguiranno alcune relazioni di fondo, quali “Il guaritore ferito: Cristo, Medico del corpo e delle anime”, a cura di Fra’ Enzo Bianchi, Priore di Bose, “Il ruolo delle istituzioni e dei governi nella difesa della vita” del dr. John Dalli, Commissario europeo per la salute e la politica dei consumatori, “L’Unzione degli infermi medicina di salvezza”, da parte del P. Eugenio Sapori, M.I., docente al “Camillianum”, Istituto di Teologia Pastorale Sanitaria, “L’Eucaristia farmaco dell’immortalità”, del card. Antonio Cañizares Llovera, prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

Altri contributi riprenderanno gli elementi centrali della “teologia della sofferenza” nel magistero pontificio recente, in particolare nei discorsi del Santo Padre al Pontificio Consiglio e nei messaggi per la Giornata Mondiale del Malato. Interverrà, fra gli altri, il P. Federico Lombardi, S.I., direttore della Radio Vaticana e della Sala Stampa, che proporrà un contributo su “I mass media e la percezione del dolore del Beato Giovanni Paolo II”.

Non mancheranno testimonianze e indicazioni di programmi e percorsi offerte da esponenti di strutture, istituzioni, famiglie religiose e organismi più direttamente impegnati in attività di assistenza medica e pastorale con i malati o in attività di tutela e promozione della vita. Come è tradizione delle Conferenze internazionali del Dicastero, uno spazio sarà dedicato alla condivisione di esperienze tra esponenti della Chiesa cattolica, della Chiesa Ortodossa e delle Comunità Protestanti. In una tavola rotonda saranno infine presentate alcune figure di illustri ed eroici operatori sanitari: il Beato Don Carlo Gnocchi, il Servo di Dio Jérôme Lejeune, le Suore delle Poverelle dell’Istituto Palazzolo, la filippina Salvin Tinsy e la brasiliana Zilda Arns Neumann.