Novità - Eventi di rilievo

Oggi abbiamo imparato un'ulteriore lezione da Papa Francesco: la pace si costruisce in ginocchio! Spesso in precedenza, e oggi lo ha ancora una volta ribadito, Francesco ha evidenziato che la pace è frutto di un "lavoro artigianale". Non c'è pace senza un lavoro, senza una relazione, senza un impegno quotidiano, senza accordi duraturi e sinceri.   Non si tratterebbe della semplice assenza di guerra, quanto di innescare processi fondati sull'etica relazionale, che, a sua volta, si fonda sulla giustizia, sulla carità, sulla fraternità, sulla solidarietà, sul dialogo. Il lavoro artigianale della pace consiste proprio nella capacità di instaurare veri processi di cammino. Per questo, Papa Francesco ha sottolineato che la pace "è il primo compito che i capi delle Nazioni devono perseguire" per porre fine ad ogni inumano atto di ingiustizia verso la gente, i poveri soprattutto. Infatti, dice ancora Francesco, la pace "è la condizione fondamentale per il rispetto dei diritti di ogni uomo nonché per lo sviluppo integrale dell'intero popolo".   Ma Papa Francesco, invocando il dono della pace davanti ai responsabili del Sud Sudan riuniti in Vaticano, ha voluto ricordare che non c'è pace senza fede.  E' stata la fede l'anima dell'inatteso gesto del Papa, consapevole, come egli stesso ha affermato oggi, che "la pace è il primo dono che il Signore ci ha portato". L'invocazione del Papa, il suo costante e quotidiano impegno di Guida saggia della Chiesa nel mondo oggi, non è frutto di una diplomazia studiata a tavolino. E' la fede in Gesù Cristo che anima le parole, e soprattutto le scelte di Francesco. Solo la fede rende capaci di inginocchiarsi, non solo dinanzi a Dio, ma anche dinanzi agli uomini.

Fonte: https://www.padreonofriofarinola.com/news/79-papa-francesco-rimanete-nella-pace.html