Novità - Eventi di rilievo

Avreste mai pensato di poter relaizzare una melodia con uno strumento musicale prodotto da materiali di riciclo? Ebbene, quella che ascolterete martedì 17 Maggio alle 18.00 presso il Teatro Giovanni Paolo II – Oasi Sant’Antonio è molto più di questo. Si tratta infatti di un'intero concerto musicale offerto da un'orchestra composta totalmente da strumenti prodotti con materiali riciclati.

L’Orquesta de instrumentos reciclados Yukyty Cateura so è formata nella scuola di musica dei Frati Cappuccini di Asunción, in Paraguay. 10 elementi dei 21 che compongono il noto gruppo musicale saranno in tour in Italia facendo tappa a Perugia.

Con questa scuola di musica i frati Cappuccini di Asunción lavorano per la promozione umana e spirituale dei giovani della comunità Yukyty Cateura cercando di fornire un’alternativa alla vita di strada e alla droga. L’attività legata alla musica è un tramite per raggiungere le famiglie e i giovani che vivono ai margini delle discariche ai quali i frati offrono sostegno pratico, vicinanza spirituale e assistenza medica.

Il concerto è organizzato e promosso da Frate Indovino in collaborazione con la parrocchia Oasi Sant’Antonio e AIFI (Associazione Insieme Fratelli Indios ONLUS).

Presenterà la serata fra Carlos Acácio G. Ferreira, frate cappuccino della Provincia Serafica Immacolata Concezione dei Frati Minori Cappuccini. L’ingresso al concerto è gratuito con la possibilità di offrire una donazione liberale destinata al sostegno delle opere dei Cappuccini.

Un progetto di promozione umana

Osvaldo Leguizamón, accompagnatore e sostegno spirituale dell’orchestra, racconta il progetto: "Vogliamo comunicare valori che aiutino i giovani. In primo luogo, la disciplina personale e dello studio. Vogliamo mostrare il mondo ai giovani attraverso la musica, perché eseguendo temi musicali, i bambini imparano a conoscere le altre culture. Vogliamo raggiungere obiettivi come prendersi cura degli strumenti e dell’ambiente. Vogliamo infondere la capacità di lavorare insieme, perché chi suona in un’orchestra deve essere attento ai compagni che suonano altri strumenti. Attraverso la musica e l’arte, i giovani possono esprimere se stessi, i propri sentimenti e le difficoltà che affrontano nella vita. Vogliamo tenerli lontani dai vizi e dalla droga. Il giovane che studia musica cambia la sua mentalità con altri giovani della sua età. Con il riciclo degli strumenti vogliamo attirare l’attenzione sulla necessità di prendersi cura del mondo e dell’ambiente. Contaminare è facile, si butta via la spazzatura ovunque. Tuttavia, i rifiuti possono essere recuperati e offerti al mondo sotto forma di qualcosa di nuovo, come gli strumenti con cui portiamo la musica nel mondo".

(https://www.perugiatoday.it/eventi/concerti/dal-paraguay-a-perugia-per-concerto-speciale-orchestra-strumenti-riciclati-cateura.html)