Segretariato Nazionale Fraternità–Formazione
dei Frati Minori Cappuccini italiani

 

Riviste e Notiziari

Italia Francescana

Nuovo numero

Tutti gli articoli dal 2005 al 2011 sono raccolti qui nel n. 3 di ogni annata. Clicca la voce

"Indice generale"



Clarisse Cappuccine d'Italia

Federazione "Sacra Famiglia"

Notiziario Federale n. 51 e 52

(per utenti registrati)

Home

Novità - Eventi di rilievo

Stefania Falasca, inviata ad Abu Dhabi

Pace, libertà e ruolo della donna nella dichiarazione congiunta firmata ad Abu Dhabi da papa Francesco e dal Grande Imam sunnita di al-Azhar, Ahamad al-Tayyib: «Basta sangue innocente»

Abu Dhabi 4 febbraio 2019: «In nome di Dio Al-Azhar al-Sharif – con i musulmani d’Oriente e d’Occidente –, insieme alla Chiesa Cattolica – con i cattolici d’Oriente e d’Occidente –, dichiarano di adottare la cultura del dialogo come via; la collaborazione comune come condotta; la conoscenza reciproca come metodo e criterio». Non solo. È messo nero su bianco l’impegno per stabilire nelle nostre società il concetto della piena cittadinanza e rinunciare all’uso discriminatorio del termine minoranze. Nero su bianco la condanna dell’estremismo e l’uso politico delle religioni, «il diritto alla libertà di credo e alla libertà di essere diversi», la protezione dei luoghi di culto e il dovere di riconoscere alla donna il diritto all’istruzione, al lavoro, all’esercizio dei propri diritti politici interrompendo «tutte le pratiche disumane e i costumi volgari che ne umiliano la dignità e lavorare per modificare le leggi che impediscono alle donne di godere pienamente dei propri diritti». E ancora: «Al-Azhar e la Chiesa Cattolica domandano che questo documento divenga oggetto di ricerca e di riflessione in tutte le scuole, nelle università e negli istituti di educazione e di formazione».

 

Leggi tutto...

 
Novità - Eventi di rilievo

È il momento atteso e centrale del viaggio negli Emirati. Il Founder’s Memorial è il luogo dell’incontro interreligioso a cui parteciperanno circa 700 invitati, di diverse confessioni

Stefania Falasca, inviata ad Abu Dhabi

«Come un fratello che cerca la pace con i fratelli». All’evento interreligioso clou della prima giornata emiritina dedicata al dialogo presso il Founder’s Memorial, papa Francesco è arrivato dopo un incontro privato con il consiglio dei “saggi anziani” del Muslim Concil of Elders che ha sede ad Abu Dhabi. Il vento ha spazzato via le nuvole e in serata ha raggiunto il mausoleo del padre della nazione. Papa Francesco è entrato nel centro camminando mano nella mano con lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan e ad Ahmad Al-Tayyib, Grande Imam di Al-Azhar.

Sul podio avveniristico del Memorial, una lunga lista di saluti e ringraziamenti ha fatto da prologo al suo discorso nell’ottavo centenario dell’incontro tra san Francesco di Assisi e il sultano al-Malik al-Kāmil. «Ho accolto l’opportunità di venire qui – ha esordito il Vescovo di Roma – come credente assetato di pace, come fratello che cerca la pace con i fratelli. Volere la pace, promuovere la pace, essere strumenti di pace: siamo qui per questo».

Leggi tutto...

 
Novità - Eventi di rilievo

Siamo felici e grati che Papa Francesco abbia accettato l’invito di sua altezza Sheikh Mohammed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi, a partecipare all’International Interfaith Meeting on Human Fraternity. Questa visita è, al tempo stesso, una risposta all’invito rivolto a Papa Francesco dalla Chiesa cattolica negli Emirati Arabi Uniti.

Ricordiamo che sarà la prima volta di un Papa nella penisola arabica. Ringrazio il governo degli Emirati Arabi Uniti per la sua generosità non solo nel rendere possibile questa visita, ma anche per averci concesso volentieri un luogo dove celebrare la messa.

Accogliamo Papa Francesco con cuore aperto e preghiamo con san Francesco d’Assisi: «Fa’ di me uno strumento della tua pace!». Che questa visita sia un passo importante nel dialogo tra musulmani e cristiani e contribuisca alla comprensione reciproca e alla pacificazione nella regione del Medio oriente. Mi auguro che in tutte le messe di precetto prima della visita venga inserita una speciale intenzione perché la visita del Santo Padre negli Emirati Arabi Uniti sia spiritualmente feconda.

Nostra Signora d’Arabia, prega per Papa Francesco, prega per tutti noi!

 

di Paul Hinder
Vicario apostolico dell’Arabia del Sud

(fonte: http://www.osservatoreromano.va/it/news/passo-importante-nel-dialogo-tra-musulmani-e-crist)

 
Novità - Eventi di rilievo

L'incontro di Francesco d'Assisi con il sultano d'Egitto Al-Malik Al-Kami, mentre ancora incrudelisce l'assedio dell'esercito crociato alla città di Damietta,è tutt'oggi l'emblema del superamento degli steccati tra popoli, culture, religioni e ha ispirato una stimolante tradizione sul dialogo e l'accoglienza. Essa ha riconosciuto in  Francesco, non solo il modello di una religione aperta perfino a chi non si riconosca nei tradizionali parametri religiosi, ma anche un ideale di rinascita umana integrale, capace di varcare i confini confessionali e di segnare una via nei momenti più bui della storia anche recente: così, proprio al Santo di Assisi, nell'infuriare del primo conflitto mondiale, veniva creativamente attribuita quella Preghiera semplice che recita: "Oh! Signore, fa di me uno strumento della tua pace".

Consapevole della drammatica attualità di quella tradizione come degli effetti benefici che ne possono scaturire in riferimento all'attuale crisi politica e ambientale, la Pontificia Università Antonianum si impegna a promuovere una riflessione sul dialogo nei luoghi significativi della presenza francescana di ieri e di oggi e allo stesso tempo strategici per una geopolitica della pace e della convivenza accogliente tra i popoli.

Scarica il programma in PDF (12MB)

 
Novità - Eventi di rilievo

di PAOLO RODARI

 

Così padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi, in un editoriale apparso questa mattina sul sito della rivista sanfrancescopatronoditalia.it. Dopo le parole pronunciate oggi a Repubblica dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, che ha definito “una provocazione di chi non ha abbastanza memoria per la società italiana” la cancellazione dello sconto del cinquanta per cento sull’Ires, l’imposta dei redditi sulle società inserita dal governo nella sua manovra di bilancio, ecco che anche l’ordine religioso fra i più diffusi nel mondo scende in campo e segna una distanza sempre più crescente fra Chiesa e governo.

Leggi tutto...

 
Novità - Eventi di rilievo

Carissimi fratelli e sorelle,

uomini e donne di buona volontà,

la luce del Natale, apportatrice di salvezza per tutti gli uomini, ci invita a far eco al Magistero di Papa Francesco che insistentemente chiede, in nome del Vangelo, di accogliere, proteggere, integrare quanti bussano alle nostre porte. E, in verità, il quotidiano “lavorio della carità” della Chiesa cattolica in Italia e in Sicilia è rivolto da sempre verso tutti i poveri. Soprattutto i poveri “italiani” che – a causa della crisi economica- sono sempre più numerosi.

Leggi tutto...

 
Novità - Eventi di rilievo

di Alessandro Puglia

Al Cara di Mineo, il più grande centro profughi d’Europa, stava per ripetersi lo stesso scenario di Crotone dove per via del decreto sicurezza decine di migranti titolari di permesso umanitario sono stati lasciati per strada. Il vescovo di Caltagirone, monsignor Calogero Peri, davanti a una black list di una novantina di persone non è rimasto ad osservare e ha fatto il possibile per tutelare i soggetti vulnerabili: “Non si garantisce la sicurezza eliminando una frangia della società. La sicurezza mi sta bene, ma ci sono modi e modi per farla”.

Leggi tutto...

 
Novità - Eventi di rilievo

https://www.youtube.com/watch?v=xVwc6F4ovEQ&feature=youtu.be

Questa cronaca vuole essere volutamente essenziale e veloce in sintonia della velocissima applicazione di questo Decreto nel nostro territorio.Dove siamo?

 

Al Cara di Mineo. A suo tempo  questo centro di accoglienza per i richiedenti asilo politico fu fortemente voluto da Forza Italia e dalla Lega Nord. Rispettivamente nella persona di Berlusconi presidente del consiglio e di Marone Ministro degli Interni. Fu voluto o imposto contro le alternative proposte dai sindaci del calatino.

Leggi tutto...

 
Novità - Eventi di rilievo

Scarica il programma in PDF

 
Novità - Nomine ed elezioni

Da lunedì 14 a martedì 15 gennaio 2019, in occasione della tradizionale Festa dell’Università e del Gran Cancelliere, si terrà il convengo internazionale Francesco d’Assisi da patrono d’Italia a patrono dei cultori dell’ecologia.

Nel corso della sessione del 14 gennaio, dopo i saluti introduttivi, in particolare di Fabien Revol a nome della Chaire “Jean Bastaire” dell’Université Catholique de Lyon, interverranno Mirko SantanicchiaLa riscoperta ottocentesca del santo di Assisi e Francesco al bivio: Vir Catholicus o “Alter Orpheus – e Rosa GiorgiL’iconografia di san Francesco tra pace ed ecologia.

Al mattino del 15 gennaio, al termine della Laudatio di Carlo Paolazzi, pronunciata da Attilio Bartoli Langeli, Michael Anthony Perry, Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori e Gran Cancelliere della Pontificia Università Antonianum, consegnerà il dottorato honoris causa in teologia allo stesso Carlo Paolazzi che concluderà il convegno con la lectio magistralis La lode a Dio Creatore e il “Cantico di frate Sole”.

Scarica qui il programma in PDF

 

I Frati Cappuccini per i terremotati

Vescovi italiani OFM Cap

FRA CALOGERO PERI

Vescovo di Caltagirone (CT)

Vai alla Pagina >>


 

FRA PAOLO MARTINELLI

Vescovo Ausiliario di Milano

Vai alla Pagina >>


FRA GIOVANNI RONCARI

Vescovo di Pitigliano-Sovana-Orbetello (GR)

Vai alla Pagina >>

Accoglienza

Centro di spiritualità
Franciscan Capuchin Monastery
GERUSALEMME

scarica il depliant